SOMMA VESUVIANA, IN MOSTRA LE OPERE DI GIANCARLO IANUARIO

Prima mostra a Somma Vesuviana per il pittore e scultore napoletano, che, dopo aver partecipato a collettive e personali in tutta Italia, espone le sue opere nella città in cui vive da circa venti anni.

La mostra inaugurata domenica 12, sarà visitabile dal 19 al 26 febbraio nella suggestiva cornice del Santuario di Santa Maria del Pozzo. L’evento ha ricevuto il patrocinio morale del Comune di Somma Vesuviana e dell’Assessorato alla Cultura, «GiancarIo Ianuario» scrive Emanuele Coppola, Assessore alla Cultura e Direttore dei Beni Culturali di Santa Maria del Pozzo «pittore e scultore, é un artista completo e le sue opere interpretano l’aspetto più puro e misterioso dell’esistenza umana. La grande consapevolezza delle forme e l’approfondita conoscenza della materia fanno di Lui un modello contemporanea che fa scuola. Ispirato e rapito da simboli mitologici, accende quel fuoco ardente che anima la vita di chi vive e lavora alle pendici del Somma-Vesuvio».
La mostra sostiene il progetto «Somma Città d’Arte» finalizzato al restauro dei libri liturgici del XVI secolo.

Giancarlo Ianuario, in arte Solaris, nasce a Napoli nel 1952, laureato in sociologia con indirizzo antropologico, organizza spesso seminari ed’ incontri con la cattedra di antropologia culturale della facolta di sociologia di Napoli. Si interessa di psicologia, antropologia dell’arte e psichiatria sociale.
E’ diplomato presso la Scuola Internazionale di Ontoarte di Roma in scultura e pittura. Sin da ragazzo, Verso la meta degli anni sessanta, si dedica alla modellatura in creta, si perfeziona poi come ceramista presso l’Istituto delle ceramiche e porcellane di Capodimonte. Negli anni ‘7o si trasferisce a Roma iscrivendosi alla facoltà di psicologia, nello stesso tempo dipinge e frequenta numerose gallerie di Roma e organizza collettive e personali.

Sue opere si trovano in numerosi musei italiani tra questi: il Museo Internazionale delle ceramiche di Faenza (MIC) Ravenna, Museo civico Rocca flea di Gualdo Tadino Perugia, Museo Epicentro Gala di Barcellona P.G.Messina, Museo delle arti e del multimediale di Pietrabbondante Isernia Museo civico di Vieste Foggia, Museo Rocca dei Rossi di San Secondo di Parma, Museo Civico di Castel di Sangro L’Aquila, Museo il Torrione Ischia, Biblioteca Nazionale di Napoli Palazzo Reale. Allestisce tre grandi mostre personali a Milano presso la libreria Bocca in Galleria Vittorio Emanuele a piazza Duomo.

Nel 1988 a Milano nella fiera del Mobile realizza un’istallazione di opere monumentali per la Società Dercom di Farra di Soligo Treviso. Il Goethe Institut di Napoli gli allestisce tre grandi mostre personali: nel 1984, nel 199o e nel 1996. In Emilia Romagna espone con sue personali a Modena, Parma e Bologna. A Novara espone nel Palazzo Arengo del Broletto, nella sala della Borsa e nel centro d’arte la Riseria. Nel 2ooo e nel 2o1o espone alla festa delle Lucerne a Somma Vesuvia quest’ultima occasione il Maestro Roberto de Simone gli dedica uno scritto intitolato: «La `festa delle lucerne e l’opera scultorea di Giancarlo Ianuario Solaris».
(Fonte Foto: Umberto Vocaturo)

Autore: Chiarastella Panaccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *